Ritorno sulle Alpi Carniche

Trieste, 1 luglio 2017

Fortuna volle che in quelli anni Heydi riuscì a trovare una copia della Guida Alpi Carniche del 1954 d’Ettore Castiglioni; e che mi regalò per il mio compleanno.

Sì, perché dopo la salita non facile della Cima Vallone nelle Alpi Giulie, e presente nel blog; i due compagni di cordata pieni d’entusiasmo vollero un’altra, e quanto prima.

Tra i Grezi motorizzati alcuni erano già stati; e proprio di questa c’è la raccontammo a lungo in Sede, e per andare sul sicuro la mettemmo in programma anche perché al Rifugio Fratelli De Gasperi m 1767 ero già stato con Heydi, per un convegno del nostro Gruppo Rocciatori.

Per il brutto tempo con Heydi salimmo alla Forca dell’Alpino m 2302 m.

Il Creton di Culzei 2458 m

Non così quella mattina che tutto prometteva che passeremo una bella giornata de Croda; e in particolare per Armando che non era mai stato, e sperava in un bel servizio fotografico, e per Aldo Pressel collega di lavoro, e compagno dall’allenamento nella nostra Palestra della Napoleonica.

sp01 panoramica Gruppo dei ClapPanoramica del Gruppo

Sì; e non perse tempo contando sulle prestazioni della sua macchina fotografica.

sp02 panoramicaIl Creton di Clap Grande

Solo che in quella stagione la presenza delle nuvole è una costante, e non demmo importanza.

sp03 panoramica Creton dei CuzeiLa Pannocchia, la Forca dell’Alpino, il Creton di Culzei e il Lastron di Culzei.

sp04 panoramica Forca dell'AlpinoLa Forca dell’Alpino, la Pannocchia ed il Creton di Clap Grande.

sp05 panoramicaSì; e questa volta per vedere la parete da salire; e l’itinerario migliore per arrivarci.

sp06 panoramicaSolo che per evitare il ghiaione seguimmo a destra una serie di canalini, e così sbagliammo l’approccio alla parete; e dovemmo traversare la sotto fino a vedere la possibilità d’iniziare la salita.

sp07 sotto la pareteNiente; e riletta attentamente la relazione ad alta voce, non ci restò che traversare a sinistra, e rimontare il ghiaione più sopra nevoso, e sottostante la possibile parete iniziale.

sp08 speremo benSì e no; e l’intervento d’Armando a confermarlo.

sp09 per esser sicuroLo stesso, e prima di mettere la Guida nel sacco, consultai relazione della salita.

sp10 finalmente xe rampigaCosì attaccai la parete a pilastro incombente soprastante per una traccia a diedro e fino a trovare il terrazzino per far sicurezza agli amici.
Intanto i due si erano accordati che Armando verrà da secondo per documentare la salita.

sp11 ciapime ben- Ciapime ben.
Solo che desiderò essere ripreso nel primo tiro di corda.

sp12 parti colari della paretesp13 particolari della paretesp14 particolari della pareteParticolari della parete centrale.

sp15 no iera malL’ultimo tratto sulla parete centrale.

sp16 no xe fcileSì, perché quella raggiunta è traversata da canali che interrompono la linearità della salita; ma non mancano i particolari che meritano la fotografia e così…

sp17 ciapime ben- Ciapime ben. Sì, perché Armando voleva il ricordo.

sp18 Aldo un poco stancoCosì anche per Aldo nel tratto finale del canale.

sp19 per ricordoSolo che una volta riuniti sulla cengia detritica, e sottostante lo spigolo, Aldo rinunciò a proseguire?
- Niente; noi tre traverseremo per la cengia sulla via normale, dove lui ci aspetterà mentre noi due saliremo in Cima.

sp20 panoramicasp21 panoramicaSì; e anche l’occasione per fotografare il Creton di Clap Grande con le sue diramazioni a chiudere il panorama.

sp22 semo foraUna volta sulla via normale noi proseguimmo legati perché il pianoro inclinato della Spalla era innevato, e così anche per aggirare un masso.
Poi senza darci furia lo traversammo puntando sulla parete il passaggio per salire sul pianoro della Cima.

sp23  A. CossuttaSolo che lassù il nevaio era più poggiato; e dove una volta slegati ognuno per la sua via sulla Cima: 22 giugno 1975.

sp24 A. Cossutta 22 giugno 1975sp25 T. OgrisiSolo il tempo per le fotografie; e iniziammo scendere slegati per le nostre tracce pensando all’amico Aldo.

Una volta riuniti parlammo per la discesa anche perché la nuvolaglia stava anticipando la sera; e alla fine decidemmo di portarci alla Forca dall’Alpino per andare sul sicuro.
Non con la nebbia calante; e cicola e cicola non ci restò che cercare la discesa prestando attenzione nella scelta dei canali da scendere e o dove portavano.
Sì; e ci trovammo anche presto sul ghiaione basale con la traccia del sentiero.

sp26 tracciatoTracciato della salita.

sp27 piantinaPiantina